La street art che ridisegna il web e i social network

Twitter Web 0.0 di Biancoshock

Si parla di web 0.0 a Civitacampomarano, dove prendono vita curiose connessioni sociali come Facebook da strada e WhatsApp a gettoni.

Diventa facile immaginare le funzioni di internet, app e tool del web contestualizzate nella vita reale con la street art ironica e intelligente di Biancoshock, artista milanese che rende omaggio al Molise dando il via a un progetto di attivismo urbano.

Così si passa dall’ormai noto web 2.0 al web 0.0: prima di internet e degli smartphone, quando si interagiva con le altre persone semplicemente incontrandole per strada. Proprio quel che ancora accade nel paesino molisano in cui la copertura di rete è talmente scarsa da catturare l’attenzione dei media.

Come si vive nel 2016 senza internet? Risponde lo street artist, dopo avervi trascorso un periodo di tempo, applicando i loghi di alcuni dei più noti siti e social media agli equivalenti offline che da sempre fanno parte della quotidianità.

Facebook Web 0.0 di Biancoshock

Ritroviamo quindi tra le vie del paese 12 installazioni che trasformano la bacheca comunale nella dashboard di Facebook e la panchina dove ci si siede a scambiare due chiacchiere veloci in Twitter. Non sono da meno la cassetta della posta che indossa la divisa di Gmail, la cabina telefonica associata a WhatsApp e la motocarrozzetta versione moderna di WeTransfer.

Indimenticabili anche l’anziana del paese che fornisce qualunque informazione come Wikipedia, la tv del bar divenuta YouTube oppure la bottega paragonata a Ebay. Tutto questo per dire che il Molise esiste, esattamente come internet è sempre esistito sotto altre vesti nelle tradizioni e nelle culture popolari. Tu cosa ne pensi?

Fonti: On the roadScomunicando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *